Exemple

Ceccano restituisce una preziosa litografia dell’Ottocento alla città di Piedimonte San Germano

L’ amministrazione comunale di Ceccano restituisce  una preziosa litografia alla città di Piedimonte San Germano, a ritirarla una delegazione dell’Amministrazione Comunale e una delegazione dell’Associazione Antares che ha contribuito a rinsaldare i rapporti culturali tra le due città.

Ha visto protagonisti a Ceccano, presso il Palazzo municipale, il Sindaco di Piedimonte San Germano, Vincenzo Nocella, il suo Vice-Sindaco, Leonardo Capuano, e il tesoriere dell’Associazione di Promozione Sociale ONLUS Antares, Massimo Benedetto Mastrangeli.

Per il primo cittadino di Ceccano, Roberto Caligiore, si è trattato “di un incontro tra amministratori che, di fatto, può essere ritenuto un vero e proprio gemellaggio culturale tra la nostra Amministrazione e quella di questa cittadina, oggi legata moltissimo alla nostra comunità anche per i numerosi pendolari che ogni giorno vi si recano al lavoro”.

L’incontro molto cordiale tra le due delegazioni amministrative è avvenuto però per altri tipi di legami che la storia, dopo anni, ha voluto riannodare. A Ceccano, infatti, a seguito della dismissione di un palazzo nobiliare passato ora di proprietà, è stata recuperata una preziosa litografia ritraente Vincenzo Aceto, Avvocato della Sacra Rota di Piedimonte S. Germano che, nel frattempo, l’Assessore alla Cultura, Stefano Gizzi, si era premunito di conservare presso la Biblioteca cittadina con la chiara intenzione di risalire agli effettivi proprietari.

Dopo una serie di doverosi accertamenti, la storia legata a questo particolare ritratto ha consentito di riportarne alla luce l’esatta provenienza che, dall’800, lo legava alla nobile famiglia tenutaria del castello di Piedimonte S. Germano, bombardato e distrutto durante la II Guerra Mondiale.

La litografia, appesa allora alle pareti del castello insieme alle altre degli avi della stessa famiglia, andate poi distrutte per gli eventi bellici, dopo la cruenta battaglia che mise in ritirata le truppe tedesche, fu prelevata dagli alleati che arrivati a Ceccano, qui la lasciarono in custodia.

Ora la litografia è ritornata nella sua sede originaria e da parte dell’Amministrazione di Piedimonte San Germano, Ceccano ha ricevuto un’interessantissima serie di volumi, catalogabili come fonti locali, di cui molte copie anastatiche di edizioni non più recuperabili e legate alla storia della Terra di Lavoro, altra anima territoriale ora fusa nell’unicità della provincia Terra di Lavoro.

You must be logged in to post a comment.

RSS Montecassino.net

RSS Il Cronista

  • Il Tramonto dei Giusti presentato a Roma
    La nuova edizione del libro di Pino Pelloni, che si avvale dell’introduzione dello storico Piero Melograni, è stata presentata alla Casa della Storia e della Memoria. La germanista Roberta Ascarelli, il docente di storia Antonio Areddu, la docente della Pontificia Università Gregoriana Yvonne Dohna Schlobitten e la giornalista Ilaria Pisciottani, introdotti da Bianca Cimiotta Lami, […]
  • In occasione del 25 aprile annunciato il bando Monte Carmignano per l’Europa 2024. Potranno partecipare anche libri sul Lazio Meridionale
    Il Premio verrà conferito ad autori di opere storiografiche e divulgative e prevede quattro sezioni: saggistica, narrativa storica, Europa, libri o saggi di autori stranieri, multimedia. C’è anche una sezione Campania e Terre di Confine, opere edite riguardanti la storia del territorio della Terra di Lavoro della Campania e dei territori limitrofi. Le opere dovranno […]
  • Cassino 1944, bombe sull’Abbazia. Gli 80 anni della distruzione rievocati a Palazzo San Macuto-Camera dei deputati
    La Fondazione Giuseppe Levi Pelloni promuove una “lezione di storia” a piu’ voci, dedicata alla distruzione dell’abbazia di Montecassino, in occasione degli 80 anni della sua distruzione ad opera dei pesanti bombardamenti delle Forze Alleate il 15 febbraio del 1944. L’incontro, che si terrà venerdì16 febbraio, (ingresso ore 15) Sala del Refettorio di Palazzo San […]
  • Il Cdsc di Cassino chiede il conferimento delle medaglie d’oro al merito civile alle popolazioni locali
    Il presidente del Cdsc Cassino, Gaetano De Angelis- Curtis: In occasione dell’Ottantesimo anno del passaggio del fronte di guerra nel Cassinate (1944-2024) il Centro documentazione e studi cassinati-Aps auspica vivamente e chiede che sia dato un riconoscimento morale alle popolazioni locali, il più alto che può essere concesso dalla Repubblica Italiana con il conferimento delle […]
  • La giornata della Memoria della Fondazione Levi Pelloni
    Con le scuole di Valmontone, alla Sala Regina di Montecitorio, a Palazzo San Macuto e al Salone delle Adunate dell’Anmig a Roma E’ da quindici anni a questa parte che l’area didattica della Fondazione Giuseppe Levi Pelloni è presente con continuità, con il patrocinio dell’Ucei e in collaborazione con l’Accademia Internazionale Cartagine, nella celebrazione della […]